DolciSalati&consumi del 08/09/2017

Valle Fiorita è conosciuta soprattutto per la produzione dei sandwich farciti (tramezzini e focacce). Da qualche anno, però, l’azienda ha avviato anche la produzione dei sostitutivi del pane: “Ed è stato un gran successo”, esulta l’amministratore delegato, Pietro Minisci. “In poco tempo questo segmento, con 4 milioni di euro, ha conquistato il 50% del fatturato aziendale e il 65% dei volumi movimentati”. Inoltre, nei primi sei mesi del 2017 la società riferi- sce di una crescita dei pani cati del 30% sull’anno precedente, con la puccia salentina al top della classi ca delle vendite. “Si tratta di un pane di origine araba che per la sua morbidezza ricorda la pizza bianca ed è ottimo per la farcitura a casa. La nostra mission, infatti, è riprodurre prodotti della tradizio- ne in chiave moderna. Di qui anche il panettone gastronomico, che abbiamo ribattezzato Pansurprise”, speci ca l’Ad. Una scelta motivata anche dal forte interesse rilevato dall’azienda nei confronti dei prodotti tipici e tradizionali da parte dei consumatori di Gd e Do, canale di riferimento esclusivo per Valle Fiorita, che sviluppa il 5% del proprio fatturato nel mercato estero, soprattutto Francia e Regno Unito.“La nostra ultima novità”, aggiunge Pietro Minisci,“è una base pizza bianca con impasto del tipo romano”.

Articolo originale: Pag 24.  http://www.alimentando.info/wp-content/uploads/2017/09/DS_sett_low.pdf